• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

La campagna pubblicitaria del comune di Corato: “I libri sono spazzatura”

Daniele Dell'Orco di Daniele Dell'Orco, in Letteratura, del

Una campagna pubblicitaria dell’ASIPU, l’azienda del Comune di Corato che si occupa dei rifiuti anche in comuni limitrofi, sta facendo impazzire il web. Per sensibilizzare i cittadini ad utilizzare prodotti durevoli com minore impatto ambientale l’azienda ha pensato bene di mettere di fianco un libro di carta e un ebook reader con una didascalia davvero scioccante: “Produrre meno rifiuti è una tua scelta”.

Dunque, con un’installazione gigante di fronte alla villa comunale di Corato, la ASIPU definisce “rifiuto” un libro di carta, poiché sarebbe destinato a finire presto nella spazzatura. Nulla di più sbagliato. I libri sono un patrimonio che si tramanda, che si custodisce gelosamente, che si conserva. E soprattutto sono in carta, perfettamente riciclabili. Al contrario di un tablet, destinato a finire nei rifiuti nel giro di pochi anni.

A condividere il manifesto incriminato su Facebook è stata Mariella Sivo, medico e attivista dei Presidi del Libro di Corato. Ed è così che la denuncia è rimbalzata sul social network più popolare in Italia, fino ad arrivare sui profili degli scrittori baresi tra i quali Marcello Introna e Gabriella Genisi. “Pubblicità regresso”, ha commentato il primo. “Il Comune di Corato avrebbe potuto utilizzare una stoviglia di plastica anziché quelle di vetro, e invece no, ha preferito un libro. Ma perché?”, chiede la seconda. Sulla stessa linea anche il bassista Pierluigi Balducci, che ha bollato la scelta dell’ente (o della municipalizzata) come “disastrosa”.

Daniele Dell'Orco

Daniele Dell'Orco

Daniele Dell'Orco è nato nel 1989. Laureato in di Scienze della comunicazione presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, frequenta il corso di laurea magistrale in Scienze dell'informazione, della comunicazione e dell'editoria nel medesimo ateneo. Caporedattore del sito Ciaocinema.it dal 2011 al 2013 e direttore editoriale del sito letterario Scrivendovolo.com, da febbraio 2015 è collaboratore del quotidiano Libero, oltre a scrivere per diversi giornali e siti internet come La Voce di Romagna e Sporteconomy.it. Ha scritto “Tra Lenin e Mussolini: la storia di Nicola Bombacci” (Historica edizioni) e, sempre per Historica, l’ebook “Rita Levi Montalcini – La vita e le scoperte della più grande scienziata italiana”, scritto in collaborazione con MariaGiovanna Luini e Francesco Giubilei. Assieme a Francesco Giubilei, per Giubilei Regnani Editore, ha scritto il pamphlet "La rinascita della cultura". Dal 2015 è co-fondatore e responsabile dell'attività editoriale di Idrovolante Edizioni.

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy