• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

Interconnessioni letterarie tra tutti i Viventi è Book Pride 2018

di Redazione Milano, in Editoria, del

È appena terminato “Tempo di Libri” e la Milano pulsante e attiva, quella che non si ferma mai è già in festa per un nuovo appuntamento. Base Milano dal 23 al 25 marzo 2018 ospita nei suoi spazi la quarta edizione di “Book Pride”, organizzata da ODEI e sceglie come patron lo scrittore Giogio Vasta.

Il tema unico è “Tutti i Viventi”. Ogni incontro in programma è una declinazione dei diversi modi in cui si può ragionare sui viventi, dalla dimensione più strettamente linguistica e letteraria a quella politica e biopolitica. Verranno affrontati anche temi legati ai diritti allo spazio fisico, alla parità di genere, al fenomeno migrante. La fiera non rimarrà confinata  nello spazio polifunzionale dell’ex Ansaldo,  ma gemmerà dando vita a eventi satellite in tutta Milano, sotto l’hastag di #BookPrideOff: incontri con gli scrittori, lettura di brani d’opera, sessioni di reading e tanto altro animerà le serate milanesi.

Non perdetevi quindi le passeggiate per Milano alla riscoperta delle piccole librerie che ancora si prodigano e fanno innamorare il lettore ai libri e all’editoria di qualità, oppure l’evento “Due vini, una balena e Roberto Abbiati” al Secco in via Fumagalli 2, alla riscoperta di vini raccontati non dalla voce di un somelier, ma da quella di uno scrittore.

A Book Pride si toccano anche temi scomodi il 24 marzo, presso la Sala Marple,  l’evento: “Amazon, il Grande Gigante poco Gentile”,  parafrasando Dahal, in cui si dibatte sulla pratica commerciale utilizzata da Amazon e di come la stessa incide in modo negativo sulle librerie indipendenti. Book Pride è attento ai nuovi modi di fare editoria e alle innovazioni tecniche come ai nuovi  mezzi che possano sostenerla. La prossima settimana ci sarà il lancio anche in Italia di Storytel, la piattaforma per audiolibri on line, non  poteva certo mancare un approfondimento sul tema dal titoloLa diffusione degli audiolibri in Europa e la situazione Italiana”. Se BookPride è interconnessione, un esempio di interconnessione tra editori e lettori è certamente Lo speed Date letterario organizzato da add, Hacca, LiberARia, Marcos y Marcos, Minimum fax, NN, SUR e Nutrimenti. Quattro e solo quattro i minuti a disposizione degli editori per farvi amare la loro opera: chissà se ci sarà qualche colpo di fulmine. L’evento è su prenotazione, gli  interessati devono inviare mail all’indirizzo info@goodbook.it

Se amate la carta non perdetevi l’evento “Carta, inchiostro e Colore” in cui si parla del processo complesso che crea la copertina di un libro: tre lezioni d’autore, proposte per gli studenti e aperte a tutto il pubblico di amanti della concretezza del libro inteso come oggetto, con e  a cura di  Gino Iacobelli, della Iacobelli Editore.

Ricordiamo che il  tema “Tutti i Viventi”  si articola in otto sotto temi o percorsi, potete scegliere quello che più vi piace: Parole viventi (le letteratura, il linguaggio, la fertilità delle parole), Futuro presente (le immaginazioni del mondo che ci aspetta, le ipotesi per renderlo migliore), Forme del male (il male che ci tocca, il male che agiamo, l’esperienza della nostra vulnerabilità), Corpi nel tempo (i modi in cui lo scorrere del tempo si manifesta nei nostri corpi, nelle nostre vite, trasformando la biologia in storia), Paesaggi con figure (luoghi viventi, scenari che diventano personaggi: dal pianeta alla città, con uno sguardo particolare a Milano) , Nessuno escluso (disuguaglianze, discriminazioni, diritti, rivoluzioni), Il desiderio umano (l’arte, la fede, le passioni, gli ideali: il desiderio che ha l’umano di elevarsi oltre se stesso),  Strumenti  (istruzioni per l’uso del libro e dell’editoria, dalla carta all’inchiosttro, dai dati alle leggi).

Eccovi il link per scaricare il programma completo che vi aiuterà a districarvi  nelle interessanti proposte di quest’anno

http://bookpride.net/site/wp-content/uploads/2018/03/2_programma_Book-Pride-2018.pdf

Per gli amanti musica: non perdetevi la SoptiPride, la playlist ufficiale dell’evento, da mettere in cuffia aggirandosi per gli stand

Oltre ai temi trattati, agli ospiti nazionali ed internazionali, vi ricordiamo un altro buon motivo per non mancare alla fiera: Book Pride è l’unica manifestazone letteraria italiana il cui ingresso è  libero.

Elena Ruffato

Redazione Milano


Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy