• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

10 biblioteche abitate da fantasmi

Redazione di Redazione, in Letteratura, Libri, del

Peeves, Casper, i fantasmi del Natale, chi ha detto che non esistono realmente?
Ecco a voi dieci biblioteche infestate da fantasmi letterari e musicali.

null

La Biblioteca Willard è un edificio costruito in stile vittoriano, al cui interno, dal 1937, si dice si aggiri lo spettro di una dama coperta da un velo grigio.
Il fantasma sembra essere quello della Signora Louise Carpenter, figlia del fondatore della biblioteca, il signor Williard Carpenter.
Costui, prima della di cui partita, affermò che avrebbe lasciato gran parte del suo patrimonio alla biblioteca, cosa che alla figlia non piacque affatto, tanto che lo citò in giudizio.
Louise, però, perse la causa e ciò la tormentò a tal punto che il suo spettro, incline a non rinunciare alla sua proprietà, ha deciso di vivere l’eternità proprio in quella biblioteca che un tempo doveva essere sua.
Il fluttuante e silenzioso fantasma, è stato sopranominato The Grey Lady e pare proprio, che in fin dei conti, non sia una presenza troppo irritante, anzi, i frequentatori e i dipendenti della libreria, asserisco che non dà alcun disturbo.
Ci si accorge della suo passaggio grazie al forte profumo di muschio che si lascia alle spalle, o a causa dei libri, che di tanto in tanto sposta.
A volte, però, è un po’ dispettosa, soprattutto quando accende o spegne le luci, o quando apre o chiude i rubinetti dei bagni.

 

nullParmly Billings Library è una delle biblioteche più infestate d’America.
Al suo interno non vi abita un solo spettro, ma molti di più.
Sono stati, infatti, avvistati fantasmi quali una donna dai capelli scuri in cantina, un uomo con jeans e stivali da lavoro al secondo piano e una figura bianca che si muove fuori dalle finestre del quinto piano.
Queste apparizioni sono accompagnate anche da movimenti strani tra le pile di libri presenti nella camera Montana.

 

nullNel 1998, Sharon Helfrich è stato assunto come direttore nella libreria Andrew Bayne Memorial Library, dal quel giorno, afferma, è stato testimone di numerosi eventi straordinari.
Luci e ventilatori a soffitto che si accendono e si spengono , numeri che appaiono casualmente sugli schermi dei computer, ombre che si muovono attraverso le sale, libri che scompaiono e si spostano sugli scaffali e una donna in abiti vittoriani che mostra la sua inquietante presenza.
Qual è il motivo scatenante di tale episodi? Pare che Amanda Bayne Balph, ex proprietaria della biblioteca, l’abbia lasciata in eredità al comune nel 1912, precisando che nessun albero della proprietà doveva essere tagliato.
Nel 1998, quando i fenomeni paranormali si sono mostrati in tutta la loro magnificenza, è accaduto un fatto increscioso. Uno degli alberi della residenza, un olmo olandese di 300 anni, è morto a causa di una malattia, fatto che a quanto pare che dato via all’invasione degli spettri.

 

nullI frequentatori della Blanche Skiff Ross Memorial Library affermano di aver notato fenomeni paranormali del tipo: libri che cadono dagli scaffali, carrelli che rotolano e musica udibile sulle scale sul retro.
Oltre a questo, è stata notata la presenza di un uomo anziano, in giacca da camera e berretto, aggirarsi sul balcone.
A fargli compagnia, i fantasmi di due ragazze in vestiti vittoriani che giocano spensieratamente sulle scale, e una giovane donna in abito lungo bianco che legge un libro, del resto, cos’altro poteva fare in una biblioteca!

 

nullLa Saline County Library non è sempre stata una biblioteca. Dal 1967 al 2003, infatti, era un teatro al cui interno, si diceva, dimoravano alcuni fantasmi.
Giostre rotanti che si muovono da sole, fotocopiatrice che funzionavano da sole, porte che sbattevano senza un particolare motivo, erano le prove della presenza di spettri.
Una notte, alla regista Julie Hart accadde anche di udire suono di una macchina da scrivere in funzione, cosa strana visto che non vi erano più macchine da scrivere.

 

nullE’ convinzione del luogo che la Peoria Public Library sia stata costruita su un terreno maledetto. Proprio questo giustificherebbe la presenza di ben dodici fantasmi!
La storia di questa biblioteca non è molto allegra, i suoi primi tre direttori sono morti in circostanze insolite e i vari dipendenti affermano di essere stati chiamati mentre erano completamente soli tra i libri.
Affermavano altresì, di essere stati investiti da correnti di aria fredda e che sulla soglia del seminterrato si possa vedere il volto di uno degli ex direttori.
Nel 1966 la biblioteca venne demolita e al suo posto ne venne costruita un’altra. Nonostante l’edificio sia mutata, i dipendenti continuano ad affermare che i fantasmi sono ancora al loro posto tra i libri.

 

nullSecondo gli avventori della Biblioteca Pattee, all’interno dell’edifico, si possono sentire grida udibili fino al piano interrato della struttura, e vedere carrelli di libri muoversi tranquillamente da soli.
In aggiunta a questo, è possibile anche intravedere ragazze trasparenti dai brillanti occhi rossi che sfogliano libri.
Dovevano essere accanite lettrice che passavano la notte a leggere invece che a dormire.

 

nullLa Houston Public Library ospita tra le sue mura un’ospite molto speciale: il fantasma del bidello Giulio Frank Cramer che in vita era solito suonare il suo violino di notte nelle stanze della biblioteca ormai chiuse al pubblico.
Giulio viveva nel seminterrato della biblioteca e non vi si è mai sposato dal 1936, giorno della sua morte.
All’interno della biblioteca, infatti, si dice che è udibile una musica spettrale.

 

nullLa Phoenixville Public Library è la dimora di ben tre diversi fantasmi.
Uno di questi è un’inconsistente signora che dimora in soffitta, abbigliata con un lungo abito antico e un cappello molto alto.
Tra le varie cose, sembra che faccia cadere i libri dagli scaffali.

 

nullLa Scottsdale Public Library ha ospitato una vera e propria indagine da parte di un’organizzazione di cacciatori di fantasmi professionisti.
Il gruppo ha rilevato delle sparizioni di libri e cose tra gli scaffali, ma afferma che non è nulla di preoccupante, solo una ricerca di attenzione da parte delle presenze ivi dimoranti.

Redazione

Redazione

Cultora è un magazine online dedicato al mondo della cultura in generale. Uno spazio nuovo e dinamico all'interno del quale è possibile trovare notizie sempre aggiornate su libri e letteratura, musica, cinema, media e nuove tecnologie. Sono inoltre parte integrante del portale numerosi spazi dedicati a blog curati da giornalisti, addetti ai lavori, opinion leader che offrono le loro personali opinioni e esaustivi approfondimenti riguardo i temi più caldi del mondo della cultura.

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy