• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

#Worldballetday, la danza classica entra nelle case in streaming

Avatar di Manilyn Monfredo, in Arte, del

#worldballetday

Il 1 ottobre è la giornata mondiale del balletto e cinque compagnie di danza tra le più grandi al mondo sponsorizzano il #worldballetday, un evento sul web che mira a coinvolgere il pubblico in questo mondo di arte, dedizione, lavoro ma anche emozione, a livello mondiale e nello stesso momento.

A portare avanti l’iniziativa quindi sono (in ordine di apparizione): the Australian Ballet, the Bolshoi Ballet di Mosca, the Royal Ballet di Londra, the National Ballet of Canada e il San Francisco Ballet.

Tredici ore consecutive di prove, interviste e footage di spettacoli passati, a volte inserendo anche qualche informazione su progetti futuri.

In quanto inviata di Cultora ho scelto di seguire il Bolshoi Ballet. Iniziato alle dieci di mattina (ora italiana), era il secondo della giornata.

#worldballetday

 

C’erano vari canali per seguire l’iniziativa: Instagram con le foto, Twitter con Periscope, YouTube e anche il sito stesso, worldballetday.com, permetteva lo streaming nella homepage.

Steven McRae

Steven McRae si prepara al turno del Royal Ballet di Londra, successivo al Bolshoi

Era possibile anche scegliere di guardare il live sul sito della BBC Arts, avendo a destra del video un widget di Twitter che mostrava i tweet con l’hashtag #worldballetday man mano che venivano mandati.

Tra le prove on stage e quelle di studio e formazione del pezzo, il compositore russo Leonid Desyatnikov che attualmente collabora con il Bolshoi ha espresso le sue preferenze per il choreodrama, una danza ce si rifà molto al mimo e all’elevazione delle dimostrazioni emotive in ogni singolo gesto sul palco.

In un’altra intervista viene nominato Vladimir Vassil’ev, un grande ballerino del Bolshoi la cui verve era tale che non permetteva alcuna pausa emotiva sul palco. Viene citato come exemplum a cui guardare e a cui ispirarsi, il che dimostra quanto il Bolshoi di Mosca sia attento al connubio danza-espressione-emozione, non solo alla tecnica.

“JOIN THE FUN: help us to celebrate the beauty, power and elegance of the ballet.”

Come ogni evento mondiale che si rispetti, il #Worldballetday ha lanciato una sfida a chiunque ami il ballo, in modo che possa partecipare all’evento: Dance Anywhere Contest, concorso ‘balla ovunque’. Entro il 30 settembre gli interessati dovevano girare un video o scattare una foto dove ballavano in un posto non convenzionale, postarlo/a su twitter, instagram o facebook e taggare #Worldballetday. Lo staff che si occupa dell’evento avrebbe scelto i migliori e inseriti nella diretta streaming.

Un evento non solo per riunire tutti gli amanti del balletto, ma anche per attirarne di nuovi utilizzando i social network, lo strumento per eccellenza che permette fin dall’avvento del Web 2.0 di coinvolgere allo stesso momento persone da tutto il mondo.

Da segnare la data della prossima edizione: 1 ottobre 2016.

Avatar

Manilyn Monfredo

Laureata in Relazioni Pubbliche all'Università di Udine, attualmente è stud.ssa del master in Valorizzazione Turistica dei Beni Ambientali e Culturali. Ha collaborato col Messaggero Veneto e attualmente scrive, oltre che per Cultora, su un suo blog personale culturale. Ama la musica (ha infatti frequentato il corso musicale al liceo Stellini di Udine), i libri e il teatro. Motto: prima vivi, poi scrivi.

Cultora © 2020, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy