• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

StoriuncolArte: La lettrice di Albert Anker

Viviana Filippini di Viviana Filippini, in Arte, Blog, del

StoriuncolArte: La lettrice di Albert Anker

Il piacere della lettura nella scena di genere dello svizzero Anker

Alber Anker è stato un pittore svizzero vissuto tra il 1831 e il 1910. Viene ricordato principalmente come pittore si scene di genere, dove i protagonisti sono persone comuni ritratte durante i momenti di vita quotidiana.

Il quadro scetlo oggi è La lettrice (La liseuse), realizzato da Anker con olio su tela, tra il 1882 e il 1883, conservato al Museé des beaux arts di Locle(http://www.mbal.ch) . Nella tela, protagonista è l’atto della lettura, messo in pratica da una giovane donna.

Lo spazio è essenziale, ridotto all’osso, nel senso che se osserviamo la tela notiamo, alla nostra sinistra, un tavolino con finimenti in bronzo e, poggiato sopra, un vaso decorato con dei fiori. Esso rimane in penombra, una condizione di semioscurità determinata dalle tende verdi, che ricadono pesantemente a fare da sfondo alla scena pittorica.

Al centro, su una sedia a dondolo, c’è una giovane donna seduta rittratta nell’atto delle lettura.  Il vestito scuro, probabilmente anche esso in velluto, avvolge la figura nascondendone le forme. Quello che mi ha colpito sono le mani dalle lunghe dita affusolate, ritratte mentre  reggono il libro. Un testo dal contenuto, a quanto pare interessante, visto l’alto grado di attenzione che coinvolge la protagoniosta. La ragazza è ritratta di profilo, con una luce che dalla nostra destra si irradia nella tela per illuminare il capo della giovane e il libro che regge.

La lettrice ha i capelli biondi, colore del miele, raccolti in una crocchia e il suo volto è caratterizzato da lineamenti molto regolari (basta vedere il naso perfettamente dritto, le labbra di proporzione giusta, non troppo sottili, ma nemmeno troppo carnose). Il viso è in penombra, però questo non ci impedisce di cogliere la profonda attenzione e il coinvolgimento che la caratterizzano.

La ragazza è completamente assorta dalla lettura, tanto che nulla di esterno sembra potere intervenire a distrarla. I suoi occhi, anche se non li vediamo non è diffcile immaginarseli chiari, sono concentrati al massimo nella lettura del libro e non sappiamo cosa la giovane stia leggendo, però l’impressione che ci restituisce è di grande concentrazione.

Questo quadro di Anker mi ha stupito proprio perché il pittore ha scelto una scena di vita quotidiana, rendendola protagonista di un dipinto, una sorta di istantanea, che ha bloccato nel tempo e reso unico il momento di relax e coinvolgimento emotivo della lettrice.

La ragazza, la sedia, il libro e i pochi altri elementi presenti sono stati costruiti con pennellate nette e corpose che riempiono la tela in modo compatto. La luce è importante, in quanto irrompendo nel dipinto, è l’elemento che esalta l’azione compiuta dalla ragazza lettriceLeggere per piacere, per conoscere e per far vivere le storie di un libro. 

Nell’immagine La lettrice, Albert Anker,  1882-83, olio su tela,  conservato a Le Locle, Museé des beaux arts 

Viviana Filippini

Viviana Filippini

Viviana Filippini (Orzinuovi –Bs-, 1981) è giornalista pubblicista e collabora dal 2007 con il quotidiano «Giornale di Brescia» come corrispondente esterno. Si è laureata in Dams (Cinema e audiovisivi) alla Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università Cattolica di Brescia con una tesi sul Bildungsroman (Romanzo di formazione), scrive di libri su blog letterari e culturali (Liberi di scrivere, Sul romanzoe IlRecensore). Dal 2015 ha un blog dedicato all’arte (Art in Pills) sul portale Cultora.it. Tiene corsi di Scrittura creativa, di Riscoperta dei Classici della letteratura e di Storia del Cinema. Ha fatto la speaker radiofonica. Ha curato le antologie di Racconti bresciani(Vol I, II, III, IV) per Historica edizioni, 2015 Cesena, e scritto Brescia segreta. Luoghi, storie e personaggi della città, Historica, 2015 Cesena e la storia per ragazzi Furio e la Beata Paola Gambara Costa, illustrata da Barbara Mancini, ebm edizioni, Manerbio 2015. A passo sospeso. The Floating Piers Christo & Jeanne Claude, Temperino Rosso, Brescia 2016. Onte il Camaleonte, ed. Arpeggio libero, 2017. Illustrazioni di Daisy Romero.

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy