• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

Storie in Coda, ecco l’app per riempire i tempi morti leggendo racconti su misura

Daniele Dell'Orco di Daniele Dell'Orco, in Letteratura, Libri, del

Se le nuove tecnologie hanno rivoluzionato, tra l’altro, anche il nostro modo di ingannare i tempi morti, c’è da dire che hanno talvolta anche reso più semplice svagarsi in maniera meno “costruttiva”. È ormai prassi consolidata infatti assistere a scene da “mondo dei replicanti” in metro o in treno, dove la stragrande maggioranza dei presenti ha la testa china sul proprio smartphone, isolandosi dal resto tra una partita e un’altra a Candy Crash.

Se già prima era difficile sperare che in molti decidessero di riempire i propri tempi morti leggendo un libro, figuriamoci ora che lo smartphone consente di vedere una serie tv, aggiornare i social network o chattare con 5 amici contemporaneamente. Pur di non perdere una già flebile speranza, però, c’è chi ha pensato di abbinare il concetto di tempo “morto” con quello di nuove tecnologie per sviluppare una applicazione dove poter leggere dei racconti tanto brevi quanto i tempi di attesa di una coda alle poste, o di un viaggio in autobus.

Si chiama Storie in Coda ed è un’app gratuita, la prima realizzata da Follie Letterarie, una piccola casa editrice di San Marino fondata da Eleonora Morrea a novembre 2015. Disponibile da pochi giorni su Apple Store e Google Play, la app raccoglie una serie di brevissimi racconti da leggere in pochi minuti. Ce n’è per tutti i gusti: dal rosa all’horror, passando per il surreale e il noir, tutti pensati per essere divorati in fretta.

L’idea trae ispirazione dall’esempio del borgo francese di Grenoble dove, non più tardi di qualche mese fa, il sindaco ha deciso di posizionare alle fermate dei mezzi pubblici dei distributori automatici di racconti. Le macchine emettono gratuitamente delle storie di narrativa più o meno brevi, in base al tempo di attesa dell’autobus. Storie in Coda ha ereditato lo stesso principio. Ecco perché l’app è divisa in due categorie principali: “Racconti in Piedi”, che si leggono in un massimo di 6 minuti perché non superano le 700 parole, e “Racconti in Relax” per le attese che arrivano fino a 15 minuti. Come i generi, anche gli scrittori sono eterogenei.

Dagli esordienti ai più navigati, tutti in grado di aumentare un’offerta già piuttosto ricca, e che, anche grazie ai contributi di nuovi scrittori che si avvicinano al progetto, verrà aggiornata di continuo.

Se anche tu vuoi dare il tuo contributo a Storie in Coda puoi scrivere ainfo@follieletterarie.com Se anche tu vuoi spedire un tuo racconto o hai dei racconti brevi che sono in quel cassetto a prendere la polvere da mesi, inviali a info@ follieletterarie.com per farli visionare.

Daniele Dell'Orco

Daniele Dell'Orco

Daniele Dell'Orco è nato nel 1989. Laureato in di Scienze della comunicazione presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, frequenta il corso di laurea magistrale in Scienze dell'informazione, della comunicazione e dell'editoria nel medesimo ateneo. Caporedattore del sito Ciaocinema.it dal 2011 al 2013 e direttore editoriale del sito letterario Scrivendovolo.com, da febbraio 2015 è collaboratore del quotidiano Libero, oltre a scrivere per diversi giornali e siti internet come La Voce di Romagna e Sporteconomy.it. Ha scritto “Tra Lenin e Mussolini: la storia di Nicola Bombacci” (Historica edizioni) e, sempre per Historica, l’ebook “Rita Levi Montalcini – La vita e le scoperte della più grande scienziata italiana”, scritto in collaborazione con MariaGiovanna Luini e Francesco Giubilei. Assieme a Francesco Giubilei, per Giubilei Regnani Editore, ha scritto il pamphlet "La rinascita della cultura". Dal 2015 è co-fondatore e responsabile dell'attività editoriale di Idrovolante Edizioni.

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy