• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

Piccoli tasti, grandi firme. L’epoca d’oro del giornalismo italiano

Avatar di Redazione Milano, in Arte, del

Nel Museo civico Pier Alessandro Garda in Piazza Ottinetti a Ivrea avrà luogo la mostra “Piccoli tasti, grandi firme. L’epoca d’oro del giornalismo italiano (1950-1990)”, realizzata dal Comune di Ivrea con il contributo della Fondazione Guelpa di Ivrea. In contemporanea all’inizio del festival “La grande invasione”, venerdì 31 maggio si terrà l’inaugurazione della mostra che terminerà il 31 dicembre 2019. Durante quest’esposizione, il curatore Luigi Mascheroni insieme a Corinna Carbone mostrerà l’epoca d’oro del nostro giornalismo e le grandi “penne” che hanno segnato quest’epoca.

Si terranno delle visite guidate per gli abbonati ( consigliamo di prenotare andando sul sito https://piemonte.abbonamentomusei.it/ ) all’interno di questa stupefacente mostra, dove sarà possibile vedere la grande tradizione italiana della stampa. Dino Buzzati, Camilla Cederna, Indro Montanelli, Oriana Fallaci, Gianni Brera, Pier Paolo Pasolini, Enzo Biagi, Giorgio Bocca, Beppe Viola, Mario Soldati… questi sono solo alcuni dei nomi dei gradi e indimenticabili giornalisti celebrati nella mostra. Inoltre, verranno esibiti anche dei materiali inediti: macchine per scrivere, taccuini, agende, dattiloscritti, pagine di giornale, ritagli, riviste, vignette, disegni, caricature, fotografie e video.

Durante la mostra verrà riletto quel periodo da molti considerato come l’epoca d’oro del giornalismo italiano (sia per la qualità dell’informazione e della scrittura), ovvero il periodo compreso tra gli anni Cinquanta (nel 1950 viene progettata la Lettera 22, la famosa macchina da scrivere portatile della Olivetti) e la fine degli anni Ottanta/inizio anni Novanta, quando viene gradualmente introdotto il personal computer nelle redazioni dei quotidiani.

Questo periodo d’oro è da vedersi come un esempio e un modello per l’attuale crisi che sta attraversando il giornalismo della carta stampata. Internet e i nuovi media fanno concorrenza ai quotidiani, causando un crollo delle loro copie, l’allontanamento dei lettori tradizionali, una drastica riduzione della pubblicità e la perdita di autorevolezza nei confronti del lettore.

Negli ultimi anni siamo stati sommersi da notizie dell’ultima or, da commenti immediati, tweet, foto, video, ma soprattutto da molte fake news che spopolano sul web e sui social media che tanto piacciono alle nuove generazioni. In un mondo dove tutti sono collegati tra loro, dove le notizie vengono trasmesse in modo immediato e in mezzo a tutte queste informazioni, non sempre attendibili e veritiere, si rischia di perdere la vecchia abitudine di raccontare e leggere storie. Per questo motivo la mostra “Piccoli tasti, grandi firme. L’epoca d’oro del giornalismo italiano (1950-1990)” vuole ricordare ciò che è davvero il giornalismo, esibendo materiali inediti e riscoprendo i giornalisti del passato diventando un’ottima occasione per degli spunti di riflessione sul presente dell’informazione.

Avatar

Redazione Milano


Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy