• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

Tanto per cominciare…

Sergio Sozi di Sergio Sozi, in Blog, del

Benvenuti sul mio blog presso Cultora.

Poiché chi vi sta scrivendo è un critico letterario nonché un fermo sostenitore della tesi secondo la quale la critica è scomparsa dai quotidiani italiani, o ne occupa degli spazi di ridicola estensione, inizierò a discorrere con voi proponendo un tema di carattere critico letterario: I promessi sposi.

Perché – ci si chiederà – proprio questo romanzo storico italiano? E con quale approccio?

Una doverosa rispostina unica a tali domande, poi via con il dibattito, che desidero sia innanzitutto, civile e rispettoso – oltre che approfondito, come si addice a un pubblico maturo e alla ricerca di contenuti sostanziali, non di chiacchiere superficiali (per queste ci sono altri, tanti luoghi in cui sbizzarrirsi a scriverle o leggerle).

Dunque.

Parleremo insieme di quel romanzo perché è l’opera letteraria fondante della lingua moderna usata dal nostro popolo; perché propone un punto di vista chiaro e netto sulla civiltà e la Storia italiane; perché ha una trama ben congegnata ed avvincente; perché è basato su una morale ben precisa e su una analisi dell’approccio morale del popolo italiano; non ultimo: perché è scritta con sentimento patriottico, stile personale, passione, profondità d’animo e tecnica narrativo-affabulatoria di invidiabile bellezza e lunga, faticosa elaborazione.

Insomma un’opera, I promessi sposi, costata al Manzoni dei sacrifici che meritano, anche nel 2014, una discussione, seppur modesta, su queste pagine elettroniche. Elettroniche sí, ma in verità non troppo distanti dal 1840.

E adesso parliamone, se vi va.

 

Sergio Sozi

 

Sergio Sozi

Sergio Sozi


Cultora © 2020, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy