• 29/04 @ 16:24, RT @SanremoAncheNoi: . @cultorait: RT @cultorait: 80 anni di #Cinecittà: il sogno del #cinema italiano che sembra non invecchiare mai… http…
  • 29/04 @ 13:01, Lo studio grafico che rivoluzionò le copertine degli album di #musica #rock [FOTO] https://t.co/Vv7oIjtFjG https://t.co/k9fbagRuJB
  • 29/04 @ 10:00, Vladimir Dimitrijevic, il #calcio come esperienza di vita https://t.co/fnY1xp1RF1 #libri #letteratura… https://t.co/BTvqCq93iI
  • 29/04 @ 09:02, RT @cultorait: 80 anni di #Cinecittà: il sogno del #cinema italiano che sembra non invecchiare mai https://t.co/MQNkqJ1Wh7 https://t.co/Exc
  • 29/04 @ 08:01, RT @cultorait: Sulle leggi elettorali e sui dilettanti della #politica: due #libri per superare il #populismo https://t.co/ZBbMWAjuvg #Leg…
  • 28/04 @ 17:00, RT @LaWaleRRR: La lezione di Tempo di libri: senza l'editoria indipendente muore la cultura italiana - Cultora https://t.co/RF6MJ3zQ7A

Netflix sfida Sky con “Suburra”, la serie tv di Michele Placido sulla Roma criminale

Redazione di Redazione, in Serie tv, del

Sull’onda del successo di Gomorra e della Napoli del clan camorrista dei Savastano, Netflix prova a sfidare Sky e la serie televisiva basato sul bestseller di Roberto Saviano. E lo fa con un’altra serie che racconta Roma, la sua infinita grazia e la sua sconfinata debolezza. Suburra, che è il nome di un quartiere dell’antica Roma alle pendici del Quirinale e del Viminale, cuore del potere della Capitale, è il nome della nuova serie tv presentata ieri a Berlino in occasione del See What’s Next, l’evento che la più grande piattaforma di streaming online ha organizzato per promuovere la sua offerta per il 2017 di contenuti originali in Europa.

La serie, co-prodotta da Cattleya e Rai Fiction, per la regia di Michele Placido, è tratta dal romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini ed è il prequel dell’omonimo film diretto da Stefano Sollima, con parte del cast originale (tra cui Alessandro Borghi, Filippo Nigro e Claudia Gerini). I temi affrontati sono densi e carichi di pathos. Intrecci tra Chiesa, criminalità organizzata, bande criminali e imprenditori edili, che ancora dominano una Roma corrotta, con un meccanismo mosso da imperativi come il piacere e il potere, saranno questi temi centrali della serie.

«Suburra racconta tre mondi insieme, quello della bassa criminalità legata a droga e mafia internazionale, quello della politica e lo sfondo della cupola di San Pietro e dei suoi ingranaggi segreti», ha spiegato Michele Placido, che dopo Romanzo criminale per la prima volta entra nel mondo delle serie tv.

Corruzione e criminalità, insomma. Temi forti che rischiano di dare un’immagine molto negativa del nostro Paese a livello internazionale, per i quali non sono mancate critiche.

«Purtroppo è così in ogni luogo, in tutte le capitali europee, in cui coesistono potere e politica. Raccontare la politica oggi è un dovere e se osserviamo cosa accade a livello presidenziale negli Stati Uniti o in Russia, mi sembra giusto fare riflettere su ciò che avviene anche in un contesto di potere come Roma. Non c’è nella serie un riferimento specifico all’attualità, anche perché Suburra è un prequel ambientato nel 2008, ma è evidente l’intenzione di raccontare la lotta tra il bene e il male, una lotta che esiste da sempre e sembra non aver fine», ha risposto Placido.

E mentre il produttore Gina Gardini smentisce di aver «mai subito pressioni esterne», Placido aggiunge: «Il lato positivo di Netflix è che si può andare oltre. In una serie tv prodotta in Italia noi partiremmo già censurati. In Rai ho ricevuto un no su varie proposte su temi legati alla criminalità, politica. Uno, solo pochi mesi fa, ma sono contento che la Rai abbia poi messo il cappello su questo progetto. Finalmente osa, rischia». La serie sarà infatti trasmessa anche in Rai, un anno e mezzo dopo l’uscita su Netflix.

Redazione

Redazione

Cultora è un magazine online dedicato al mondo della cultura in generale. Uno spazio nuovo e dinamico all'interno del quale è possibile trovare notizie sempre aggiornate su libri e letteratura, musica, cinema, media e nuove tecnologie. Sono inoltre parte integrante del portale numerosi spazi dedicati a blog curati da giornalisti, addetti ai lavori, opinion leader che offrono le loro personali opinioni e esaustivi approfondimenti riguardo i temi più caldi del mondo della cultura.

Cultora © 2017, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy