• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

Il Collettivo emiliano FX vola a Parigi

Avatar di Redazione Milano, in Arte, del

Nel marzo di quest’anno a Montreuil Île-de-France, nella periferia est di Parigi, sono apparsi due giganteschi murales: il primo rappresenta un uomo che tiene in mano la sua carte de travail, l’altro raffigura lo stesso uomo, affiancato dal riferimento esplicito a una discussa legge dello stato francese che nega di fatto la possibilità ai lavoratori arrivati tra gli anni Cinquanta e Settanta dalle ex colonie di tornare nel proprio paese d’origine senza perdere tutti i diritti acquisiti su suolo francese.

I protagonisti di questi murales sono i Chibani, anziani in arabo, i migranti economici arrivati in Francia da Marocco, Algeria e Tunisia per sfuggire alla miseria, che dopo quarant’anni di lavoro vorrebbero tornare nel paese d’origine, ma sono bloccati su suolo francese da un cavillo legale.

Una questione annosa e spesso passata sotto silenzio, che è stata portata sotto i riflettori dal collettivo emiliano FX (https://www.collettivofx.org/chi-siamo), che opera da anni in Italia e per l’occasione ha portato avanti questo progetto oltralpe.

I due murales sono lo specchio della filosofia che anima FX, che distingue tra Arte urbana e Intervento urbano, tra Artista e Artigiano. Laddove l’Artista porta sé stesso, l’Artigiano si propone di studiare il contesto e vi interviene in modo funzionale, producendo informazione e rinsaldando la memoria. E proprio un lavoro di artigianato è quello che hanno portato a termine a Parigi, analizzando innanzitutto il territorio in cui si prefiggevano di realizzare le opere; si sono resi conto, dialogando con le rappresentanze locali, che i palazzi su cui si intendeva dipingere sono abitati prevalentemente da lavoratori stranieri, le cui condizioni richiamano quelle dei Chibani; hanno quindi optato per un soggetto che rappresentasse sì i migranti nordafricani, ma in cui potesse riconoscersi una fetta molto più ampia della popolazione.

Lo scopo dell’intervento era di far parlare dell’argomento, e non del murales; e la stampa francese ha raccolto, dando dedicando alla questione uno spazio che non aveva mai avuto. È un inizio.

Chiara Sironi

Avatar

Redazione Milano


Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy