• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

Arrivano i libri che si leggono su Google Street View

Federica Colantoni di Federica Colantoni, in Letteratura, Libri, del

google street view

La casa editrice sperimentale Visual Edition, in collaborazione con Google, il 3 febbraio ha lanciato “Editions at Play”, una libreria digitale per libri che non si possono stampare.

Il team di Visual Edition, con questo progetto, vuole permettere agli autori di creare libri iperdinamici da visualizzare su smartphone e tablet e che cambino in continuazione con l’uso di internet.
E’ chiaro che un libro di questo tipo non potrà mai essere stampato, e non è questa l’intenzione di Editions at Play, che, al contrario, vuole portare la lettura digitale a un altro livello, svincolandola dall’editoria tradizionale. Sul sito di Visual Edition le intenzioni sono chiare: “i romanzi stampati in forma di libro esistono da 400 anni, alla fine degli anni ’90 hanno iniziato a comparire i primi e-reader, e nel 2016 i cellulari sono lo strumento di lettura più popolare”, loro vogliono andare oltre.

Il primo libro pubblicato è Entrances & Exits di Reif Larsen, e come applicazione supplementare per la lettura utilizza Google Street View. Strano a dirsi, eppure il lettore si trova a percorrere strade reali in mezzo a viali e palazzi reali, con passanti immortalati dalla telecamera satellitare, anche loro reali, che l’autore ha usato come base per una storia. I capitoli sono strutturati in una serie di luoghi sconosciuti – come evidenzia l’immagine – che il lettore scoprirà man mano procedendo nella lettura interattiva.

Immagine

Screenshot dell’indice di Entrances & Exits.

Selezionando situazioni prestabilite dall’autore, si aprirà il romanzo vero e proprio, e così l’altalenarsi di immagini e parole in “una danza tra finzione narrativa e location reali” renderanno la lettura una “magia”, come la definisce Anna Gerber del team di Editions at Play, dichiarando che il progetto si inserisce nel panorama editoriale offrendo “una risposta al mondo digitale, agli e-book e ai pdf online, perché – continua – i lettori meritano di più. E allora perché non fare libri digitali più piacvoli, e magici?”

Per i più curiosi è possibile provare gratuitamente il libro cliccando qui, basta solo un account google da cui accedere per la demo ed eventualmente lo si può acquistare al costo di poco più di 3 euro.

Federica Colantoni

Federica Colantoni

Federica Colantoni nasce a Milano nel 1989. Laureata in Sociologia all’Università Cattolica nel 2013, pochi mesi dopo inizia il percorso di formazione in ambito editoriale frequentando due corsi di editing. Da dicembre 2014 collabora con la rivista online Cultora della quale diventa caporedattrice. Parallelamente pubblica un articolo per il quotidiano online 2duerighe e due recensioni per la rivista bimestrale di cultura e costume La stanza di Virginia.

Cultora © 2019, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy