• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

Harry Potter e la maledizione dell’erede fa schifo: cari youtubers, ribelliamoci!

Paolo Gambi di Paolo Gambi, in Letteratura, Libri, del

Harry Potter e la maledizione dell’erede: cari youtubers, serve un’alleanza contro il complotto!

Harry Potter e la maledizione dell’erede. Navigando tra i “booktubers” la sentenza sembra unanime: questo libro fa schifo. E per forza: un libro non è. Ne parlo nel mio ultimo video, che ti invito a guardare.

Con Harry Potter e la maledizione dell’erede siamo di fronte alla commercializzazione di un testo teatrale, di una sceneggiatura pensata per registi ed attori. E va bene Shakespeare, ma come si fa a dare al grande pubblico un testo teatrale? Il quale non prevede descrizioni, lasciate alla forza visuale delle scenografie; non prevede emozioni, la cui elicitazione è lasciata alla forza creativa degli attori; e che prevede una trama da palcoscenico, che fuori da lì non può rendere.

Ma gratta gratta, viene da pensare che l’anima del commercio qui ha divorato un po’ troppo gli spazi riservati alla magia della letteratura. Perché una volta creato un target, un insieme di segmenti di mercato accomunati dalla passione per Harry Potter, bisogna dar loro in pasto qualcosa da comprare.

E così Harry Potter e la maledizione dell’erede fattura. È in cima alle classifiche da settimane e settimane.

Ci sarebbe un solo modo per dare un segnale forte: una grande alleanza di lettori capace di alzare una voce chiara, netta, univoca di protesta per questo svilimento così lampante del patto scrittore-lettore. Perché va bene che anche noi scrittori dobbiamo campare, ma nel caso della Rowling questa esigenza dovrebbe essere stata ampiamente soddisfatta.

Perché allora chiederci ancora 15 euro, o anche di più, per un testo che non dovrebbe essere dato al grande pubblico? E’ evidente che molti appassionati sono rimasti delusi leggendo questo testo, aspettandosi magari la magia a cui erano abituati.

Svegliamoci ragazzi. Non consentiamo che ci sia un Harry Potter e la maledizione dell’erede 2!

Iscriviti al mio canale!

Harry Potter e la maledizione dell'erede

Paolo Gambi

Paolo Gambi

Paolo Gambi è scrittore e giornalista. Autore di oltre venti libri, alcuni scritti con il cardinal Tonini, con Alessandro Meluzzi e con Alessandro Cecchi Paone. Ha insegnato comunicazione in un istituto superiore di scienze religiose. Ha lavorato al Financial Times, è “contributing editor” di The Catholic Herald, di Londra, blogger dell’Huffington Post Italia, ha collaborato e collabora con numerose riviste italiane e straniere. Vincitore del premio Guidarello per il giornalismo d’autore nel 2012, nel 2014 è stato nominato Testimonial del mese della cultura italiana nel Principato di Monaco dall’Ambasciatore italiano. È mental coach , specialmente nel mondo del tennis. Canale di youtube: https://www.youtube.com/c/Janfigores

Cultora © 2021, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy