• 31/10 @ 09:27, RT @Dartonit: Iran, il Book Garden di Teheran che ospita i libri censurati dal governo - Cultora (Blog) https://t.co/nOI4f0WUwz #DT #libri
  • 31/10 @ 08:26, RT @Dartonit: Iran, il Book Garden di Teheran che ospita i libri censurati dal governo - Cultora (Blog) https://t.co/jzpkBP48Z5 #DT #libri
  • 30/10 @ 16:05, RT @gbarbacetto: Un po' di Genova a Milano: domani libreria Cultora con Luigi @zingales_it parleremo del libro di Carlotta Scozzari @scarlo…
  • 30/10 @ 15:53, RT @scarlots: Domani, ore 12.00, libreria #Cultora (via Lamarmora 24, mm Crocetta), 1° tappa milanese del "Banche in sofferenza" tour #Cari…
  • 30/10 @ 10:58, RT @mnamon_ebook: Alla Libreria #Cultora https://t.co/FHHhvZ87H0 Sul suo sito BukBook, i dettagli dell'evento del 7 novembre con Tommaso De…
  • 30/10 @ 09:57, RT @Dartonit: Iran, il Book Garden di Teheran che ospita i libri censurati dal governo - Cultora (Blog) https://t.co/gNa0Q7f3Rp #DT #libri

Grande attesa per “Principe libero”, il film sulla vita di Fabrizio De André

di Redazione Milano, in Cinema, del

Sarà nelle sale il 23 e 24 gennaio 2018 Fabrizio De André. Principe libero, film biografico sul cantautore e poeta genovese, distribuito da Nexo Digital e coprodotto da Bibi Film e Rai fiction. Un’occasione, da tempo annunciata e attesa, di conoscere meglio la vicenda umana di uno dei più celebrati protagonisti della musica italiana.

Scritto da Francesca Serafini e Giordano Meacci e diretto da Luca Facchini, il film, che uscirà simbolicamente tra l’anniversario della morte (11 gennaio 1999) e quello della nascita (18 febbraio 1940), ha come interpreti: Luca Marinelli (Fabrizio De André), Valentina Bellé (nel ruolo di Dori Ghezzi), Elena Radonicich, Davide Iacopini e Gianluca Gobbi.

“Io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero quanto colui che ha cento navi in mare…” Sono le parole di Samuel Bellamy, un pirata inglese del XVIII secolo, quelle che compaiono sulla copertina dell’album Le Nuvole e che sono state scelte per riassumere la vita di un artista unico. Un titolo, principe libero, che evoca immediatamente il ricordo di chi ha fatto sempre la guerra, con musica e parole, a pregiudizi e perbenismo, e ha trasformato l’imperfezione umana in materia poetica come solo un animo nobile può fare.

In questo biopic, come dice il nome, sarà protagonista tutta la vicenda umana di Fabrizio De André: ci saranno le sue canzoni, lette, ascoltate, cantate, imparate e amate da generazioni, ma soprattutto gli episodi della sua vita, dall’infanzia all’età adulta. Come si legge sul sito della Nexo Digital, si parlerà dei rapporti con la famiglia, degli amori, delle amicizie e anche di episodi traumatici come il rapimento in Sardegna del 1979. Un’attenzione particolare è riservata agli anni genovesi, che hanno visto nascere sodalizi umani e artistici di primo piano: da Paolo Villaggio, amico di lungo corso e inventore del soprannome Faber, a Luigi Tenco con cui l’amicizia fu più breve ma intensa.

Un film biografico su un mito come Fabrizio De André genera inevitabilmente grandi aspettative ed è sicuramente una sfida per registi, attori e sceneggiatori. In questo caso il risultato finale ha già ricevuto almeno un apprezzamento: Dori Ghezzi, esigente e indefettibile paladina dell’eredità spirituale del marito, ha già commentato positivamente. Per il giudizio del pubblico si dovrà aspettare il 23 e 24 gennaio e, per chi non potrà vederlo in anteprima al cinema, ci sarà la messa in onda su Rai 1 a febbraio. Non resta che augurare buona visione ai milioni di fan di Faber.

 

 

Redazione Milano


Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy