• 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97
  • 08/03 @ 18:02, Primo giorno di fiera, a Milano è #tempodilibri. Splendido allestimento e mille eventi da non perdere! #cultura… https://t.co/6JfsugMuy0
  • 31/10 @ 09:27, RT @Dartonit: Iran, il Book Garden di Teheran che ospita i libri censurati dal governo - Cultora (Blog) https://t.co/nOI4f0WUwz #DT #libri

Blog


di Pangea


Il Nobel per la letteratura? Sessista e partigiano. Nel 1967 dovevano vincerlo Borges e Pound. Ma…

di Pangea, in Letteratura, del

Partiamo da dati di fatto universali prima di precipitare nel particolare. Il Premio Nobel per la letteratura, che siamo proni a riconoscere come il massimo riconoscimento letterario del pianeta, è profondamente maschilista, clamorosamente partigiano, sontuosamente classista. Gli archivi – che arrivano fino al 1967 – mostrano un grafico spietato: su 3.169 ‘nomine’ (lo stesso nome…

“Dille che la amo”: le lettere d’amore di Hemingway (da Milano) alla sua prima ‘cotta’

di Pangea, in Letteratura, del

A Ernest Hemingway piaceva tanto la musica. Gli piacevano, altrettanto, gli amori dissonanti. Flirtando con Marlene Dietrich, ad esempio, con fantomatica voluttà, scrisse, “siamo vittime di una passione non sincronizzata”. Afflitto da una ‘disperata vitalità’, Hemingway, figlio di una maestra di canto – ancora, la musica… – che lasciò i sogni di gloria per accudire…

Il vero erede di Tolkien? Stephen King. Così decreta una studioso americano

di Pangea, in Letteratura, del

Non servono gli anniversari – quest’anno, per dire, sono gli 80 dalla pubblicazione de Lo Hobbit – per parlare di J. R. R. Tolkien e della sua opera, indubitabilmente tra le più magnetiche e influenti del Novecento. Su The American Conservative lo studioso statunitense Bradley J. Birzer, con bussola conservatrice nel cervello e diverse pubblicazioni…

Gli scrittori sono sempre controcorrente. Intervista ad Alessandro Gnocchi

di Pangea, in Interviste, Letteratura, del

L’apparenza è professionalità. Accuratezza. Stop. Sapete cosa significa ‘vita di redazione’? Vedere ogni giorno la propria vita travasata nella vita degli altri. Dalle 10 alle 21 in redazione. Il computer come l’oblò verso l’isola del tesoro. Un lavoro da travet. Altro che romanticherie da giornalista fustigatore dei potenti che annaffia gli articoli nel buon vino…

Ezra Pound, il poeta che trasformò il manicomio nel cenacolo del Novecento

di Pangea, in Letteratura, del

Su tutto, due cose. Anzi, tre. Primo. Tramutò un ospedale psichiatrico criminale, il St. Elizabeths di Washington D.C. nel “circolo letterario ortodosso del pianeta… convocato da un fascista, recluso in manicomio, che radunò turisti, attivisti, ambasciatori, accademici, i più famosi poeti dell’epoca, T. S. Eliot, Robert Lowell, Marianne Moore, W. S. Merwin, Charles Olson, Allen…

Tutto sanno chi è Herman Melville. Nessuno conosce suo figlio Stanwix. Nato lo stesso giorno di “Moby Dick”

di Pangea, in Letteratura, del

Pangea è una rivista letteraria digitale che ha l’ambizione di raccontare quello che gli altri non raccontano. La cultura che accade oltre i confini italiani. Troppo angusti per un popolo di poeti, navigatori, imperterriti sognatori. Pangea racconta, tutti i giorni, con spirito avventuriero, la cultura fuori dall’Italia e gli italiani che fanno grandi cose all’estero. Cultora è il vento…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy