• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

Art in Pills e storiuncole con il Premio d’arte Nocivelli

Viviana Filippini di Viviana Filippini, in Arte, Blog, del

Fino al 29 luglio mostra Premio Nocivelli. Poetiche a Confronto, con i vincitori del 2017

Fino al 29 luglio a Brescia, a Palazzo Martinengo Cesaresco, in via Musei c’è la mostra Premio Nocivelli. Poetiche a Confronto con i vincitori della nona edizione del Premio Nocivelli, il concorso per la promozione dell’arte contemporanea in Italia. Tra le opere premiate ce n’è una tra le tante, che mi ha conquistato sin dal primo momento che l’ho vista ed è (a) temporary work  (nella foto)di Rob Van Den Berg.

L’artista è nativo di Rotterdam, ma vive in Italia, e in questa opera ha realizzato una vera e propria indagine sul rapporto tempo, spazio, materia. A prima vista ci si sente un po’ spiazzati davanti al tavolino teca e al panello con il rettangolo verdino. Poi, ad un attenta osservazione si riesce a comprendere il senso della creazione di Van Den Berg: un sorta di delocalizzazione e ricollocazione di materiali e spazi di aree dismesse all’interno di centri urbani.

Nel tavolino teca c’è un carta intestata di un ospedale al mare di lido di Venezia,accanto  frammenti colorati di un verdino spento (la vernice, pittura  che ricopriva la pareti dell’ente medico) e al centro, nel tondo in vetro, una polverina delle stesso colore. A fianco c’è un pannello sul quale è stato dipinto un rettangolo dello stesso verdino presente nel tavolino teca.

La tecnica usata è mista e Van Den Berg cosa ha fatto? L’artista ha tolto dal luogo di origine (ospedale a Venezia) il colore sotto forma di scaglie, riducendolo poi in polvere. In seguito ha attuato una vera e propria delocalizzazione del colore dell’ospedale, perché lo ha portato via dal punto originale per il quale era stato concepito. Poi, la polvere è stata rimpastata e stesa su un pannello presente in un altro luogo, diverso da quello di partenza. Dalla teca alla parete dipinta si ha  una percezione del viaggio temporale del colore. Un pellegrinaio che l’osservatore compie nel momento in cui guarda l’opera. Ossia si parte dall’origine a Venezia, si passa per l’espianto dal punto di partenza, e si arriva al nuovo teatro di ambientazione del colore.

In questo modo la pittura del muro veneziano ha ripreso vita in un contesto nuovo, subendo quindi un processo di delocalizzazione e di ricollocazione in ambiente altro e diverso da quello iniziale. Quindi il colore verdino delle pareti dell’ospedale del lido di Venezia è sempre se stesso, quello che cambia è il contesto nel quale è inserito.

Nella mostra del Premio Nocivelli (www.premionocivelli.it ) si trovano anche le opere di pittura, scultura e fotografia di Damiano Azzizia, Claudia Cucca, Sofia Fresia, Lorenzo Galuppo, Chiara Lorenzetto, Franco Monari, Raffaele Morabito, Samira Mosca, Alessia Perego e Rob Van Den Berg.

 

Premio Nocivelli. Poetiche a Confronto. Vincitori 2017

Fino al 29 luglio

Palazzo Martinengo Cesaresco, via Musei Brescia

Orari

Mercoledì- Giovedì-Venerdì 15-19

Sabato- Domenica 14-20

Ingresso Libero

Viviana Filippini

Viviana Filippini

Viviana Filippini (Orzinuovi –Bs-, 1981) è giornalista pubblicista e collabora dal 2007 con il quotidiano «Giornale di Brescia» come corrispondente esterno. Si è laureata in Dams (Cinema e audiovisivi) alla Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università Cattolica di Brescia con una tesi sul Bildungsroman (Romanzo di formazione), scrive di libri su blog letterari e culturali (Liberi di scrivere, Sul romanzoe IlRecensore). Dal 2015 ha un blog dedicato all’arte (Art in Pills) sul portale Cultora.it. Tiene corsi di Scrittura creativa, di Riscoperta dei Classici della letteratura e di Storia del Cinema. Ha fatto la speaker radiofonica. Ha curato le antologie di Racconti bresciani(Vol I, II, III, IV) per Historica edizioni, 2015 Cesena, e scritto Brescia segreta. Luoghi, storie e personaggi della città, Historica, 2015 Cesena e la storia per ragazzi Furio e la Beata Paola Gambara Costa, illustrata da Barbara Mancini, ebm edizioni, Manerbio 2015. A passo sospeso. The Floating Piers Christo & Jeanne Claude, Temperino Rosso, Brescia 2016. Onte il Camaleonte, ed. Arpeggio libero, 2017. Illustrazioni di Daisy Romero.

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy