• 21/06 @ 14:54, @SopravviviMi @MediasetTgcom24 @laurabusn Grazie mille!
  • 21/06 @ 14:54, RT @SopravviviMi: I consigli del libraio di Giugno! Su Letti a Letto @MediasetTgcom24 @laurabusn della Libreria Cultora di #Milano @culto…
  • 09/03 @ 15:51, La direzione di #HistoricaEdizioni saluta dal proprio stand un tempo nuovo, un #tempodilibri e di #cultura. In fot… https://t.co/JzpN8XKnCN
  • 09/03 @ 14:02, Oggi c’è aria di #ribellione a #tempodilibri. https://t.co/XZYA5tEy1E #Copertina a cura di Giulia Capitani… https://t.co/4f2XDrOzQp
  • 09/03 @ 11:57, Perché esiste #gendergap nel mondo della scrittura? A #tempodilibri, l’incontro “Leggere è femminile, scrivere è m… https://t.co/vWprmOGtSI
  • 08/03 @ 18:09, #8marzo, #tempodilibri ma anche tempo di #donne. Marta Meli, giornalista SkyTg24, apre il confronto su donne e scie… https://t.co/9QWlTubM97

Art in Pills: “Armonie verdi” a Verbania

Viviana Filippini di Viviana Filippini, in Arte, Blog, del

 

Armonie verdi. Paesaggi dalla Scapigliatura al “Novecento”. Dalla Fondazione Cariplo in mostra a Verbania

Armonie verdi. Paesaggi dalla Scapigliatura al “Novecento” è la mostra che si terrà dal  24 marzo al 30 settembre  con protagoniste le Opere d’arte della Fondazione Cariplo e del  Museo del paesaggio  a Verbania. Cinquanta opere suddivise in tre sezioni che permettono al visitatore di compiere un viaggio a cavallo dell’Ottocento e Novecento, alla scoperta di artisti che hanno lasciato un segno nel mondo dell’arte.

Nella mostra si trovano opere di Daniele Ranzoni, Francesco Gnecchi, Lorenzo Gignous, Emilio Gola, Mosè Bianchi, Carlo Fornara, Ottone Rosai, Filippo De Pisis, Arturo Tosi, Umberto Lilloni – provenienti dalle Raccolte d’arte della Fondazione Cariplo, del Museo del Paesaggio di Verbania e da collezioni private. Esse sono suddivise in Scapigliatura, divisionismo, naturalismo; Artisti del Novecento Italiano; Oltre il Novecento.

La mostra, allestita nel Museo del Paesaggio, sito nella splendida sede di Palazzo Viani Dugnani, è un emozionante viaggio tra capolavori d’arte che partono dalla fine dell’Ottocento per arrivare alla prima metà del Novecento. Il tutto mostrando scenari naturali dove si mescolano, in perfetta armonia, poesia, bellezza e colori, usati dagli artisti per analizzare il rapporto, continuo e costante, tra uomo e natura. In queste opere  il paesaggio stesso, con le sue forme e architetture naturali e costruite dall’uomo, diventa la raprresentazione delle trasformazioni epocali e dell’animo umano.

La mostra è curata dalla storica dell’arte Elena Pontiggia e da Lucia Molino, responsabile della Collezione Cariplo.

Location. Il Museo del Paesaggio, si trova nella magnificasede di Palazzo Viani Dugnani,  e dopo due anni e mezzo di chiusura per un grande restauro ha riaperto nel giugno 2016 con la mostra dedicata a Paolo Troubetzkoy.

Nell’immagine: Armonie verdi di Pietro Fragiacomo (Pirano d’Istria, 1856 – Venezia, 1922), un olio su tela del 1920. L’artista di orgini triestine, utilizza il colore in modo materico e pastoso, con pennellate corpose e filamnentose, per la costruzione del paesaggio caratterizzato da una luce potente, gialla e calda che si poggia su ognuno dei componenti che caratterizzano il canale veneto ritratto. Da notare la superficie dell’acqua così calma e liscia de sembrare piatta e levigata come uno specchio.

In Armonie verdi gli alberi che popolano in modo così consistente la tela nel primo piano, si diradano sempre più verso il centro. Questo permette ad alcuni casolari di pescatori di frasi notare. Le cromie sono intense e passano dal giallo al bruno, con diverse tonalità di verde. Questa opera appartiene alla fase più tarda di Fragiacomo, quella che risente del Simbolismo d’Oltralpe e che porta l’artista a dipingere il valore simbolico, metaforico ed emotivo che scatena la contemplazione del paesaggio.

 

MUSEO DEL  PAESAGGIO

Armonie verdi. Paesaggi dalla Scapigliatura al “Novecento”

dal  24 marzo al 30 settembre 

Via Ruga, 44 28922 Verbania

segreteria@museodelpaesaggio.it

Tel. 0323 557116

Fax. 0323 508167

Viviana Filippini

Viviana Filippini

Viviana Filippini (Orzinuovi –Bs-, 1981) è giornalista pubblicista e collabora dal 2007 con il quotidiano «Giornale di Brescia» come corrispondente esterno. Si è laureata in Dams (Cinema e audiovisivi) alla Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università Cattolica di Brescia con una tesi sul Bildungsroman (Romanzo di formazione), scrive di libri su blog letterari e culturali (Liberi di scrivere, Sul romanzoe IlRecensore). Dal 2015 ha un blog dedicato all’arte (Art in Pills) sul portale Cultora.it. Tiene corsi di Scrittura creativa, di Riscoperta dei Classici della letteratura e di Storia del Cinema. Ha fatto la speaker radiofonica. Ha curato le antologie di Racconti bresciani(Vol I, II, III, IV) per Historica edizioni, 2015 Cesena, e scritto Brescia segreta. Luoghi, storie e personaggi della città, Historica, 2015 Cesena e la storia per ragazzi Furio e la Beata Paola Gambara Costa, illustrata da Barbara Mancini, ebm edizioni, Manerbio 2015. A passo sospeso. The Floating Piers Christo & Jeanne Claude, Temperino Rosso, Brescia 2016. Onte il Camaleonte, ed. Arpeggio libero, 2017. Illustrazioni di Daisy Romero.

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy